I Severi

dalla Storia romana

di Carlo Zacco

I Severi

Morte di Commodo. Commodo morì nel 192  a seguito di un complotto: venne strangolato dal suo allenatore Narcisso; il giorno dopo aveva programmato di recarsi in Senato vestito da gladiatore e farsi proclamare console.

L’impero all’asta. Dopo la morte di Commodo seguì un periodo di grave instabilità: il titolo Imperiale fu letteralmente messo all’asta:

 – Dopo di lui venne nominato imperatore Elvio Pertinace, che però fu a sua volta assassinato dopo pochi mesi dalle guardie pretoriane, che non gradivano la sua politica di contenimento delle spese e di riorganizzazione dell’esercito. Si verificò perciò un fatto molto grave: si giunse ad un tale livello di degenerazione che i pretoriani misero all’asta il titolo di imperatore, che fu acquistato da un certo Didio Giuliano, uomo di dubbia reputazione, ma ricchissimo.

 – A questo punto in varie parti dell’impero ogni esercito iniziò a proclamare imperatore il proprio generale: tra questi prevalse Settimio Severo, che eliminò i rivali, si recò a Roma e fondò la dinastia dei severi.

Audio Lezioni di Storia Romana del prof. Gaudio

Ascolta “Storia Romana” su Spreaker.