Studi sociologici di Piaget

Piaget ha spiegato che per diventare sociale, l’individuo deve guarire dall’egocentrismo, attraverso tre passaggi:

  1. EGOCENTRAZIONE significa che il punto di vista dell’altro non esiste. Io sono separato dall’altro, ma in ambito educativo, è importante anche questo.

Eppure se non ci fosse un’autostima, se non ci fosse un volersi bene, non ci potrebbe essere una crescita.

L’ egocentrismo, è una condizione in cui sperimentiamo la forza della nostra identità. Un po’ di egocentrismo c’è. Un po’ di autocentrazione serve, altrimenti non avremmo più un dato di identità.

  1. Decentrarsi. DECENTRAZIONE vuol dire che il punto di vista dell’altro viene preso in carico, ma non modifica il mio. Io esploro il punto di vista dell’altro, ma ciò non modifica il mio punto di vista.
  2. ETEROCENTRAZIONE:  il punto di vista dell’altro viene preso in carico da me e può modificare il mio punto di vista.
  3. In ambito educativo il processo più frequente, però, non elaborato da Piaget,  è l’ AUTO-ETERO-CENTRAZIONE. Io spiego all’altro come io penso che lui pensi che io penso.