Schema concettuale su Heidegger


Dalla fenomenologia all’esistenzialismo

HEIDEGGER(1889-1976)

E lesponente principale della filosofia dell’esistenza. Nel 127 uscì la sua opera fondamentale: Essere e tempo (che tra l’altro rimase in concluso perché non trovava le parole giuste per poter descrivere l’essere). Di origini tedesche nel 33 aderisce al nazismo, anche se si pensa labbia fatto più per carriera che per amore verso partito.

♥ESSERE E TEMPO

l’intento dell’opera è la concreta elaborazione del problema del senso dell’essere”. Occorre infatti analizzare chi è colui che si pone la domanda sul senso dell’essere e non come si è fatto finora solo una fenomenologia dell’essere. Sarà  quindi questa fenomenologia dell’esistenza che si compone in:

1)      Essere qui ed ora: l’uomo ossia lesserci, è lente che si pone la domanda sul senso dell’essere ma che non può mai ridursi ad un puro oggetto in altre parole ad una semplice-presenza (come dice il filosofo), giacché esso è proprio

di Ludovica